Il marchio della Banca può essere inizialmente di difficile interpretazione, ma basta un'osservazione più attenta e la consultazione di una guida turistica di Lucca per riconoscervi un profilo di donna e in particolare quello del monumento funebre di Ilaria del Carretto, capolavoro di Jacopo della Quercia, risalente al '400

align:center""


La tomba, situata nel Duomo di San Martino vicino alla sede della Banca, appartiene alla famiglia Del Carretto (di origine ligure, anche se proveniente dal Monferrato), che per molti anni resse i marchesati di Noli e Finale, in quanto il capostipite della famiglia era plenipotenziario di Federico Barbarossa.

Il legame fra questa famiglia e la Liguria pare però non essere il solo: l'origine di Lucca sembra infatti da ricercare in uno stanziamento ligure-etrusco nato su un isolotto naturale creato dal Serchio, fiume che impaludava la zona, tanto che "Luca" deriverebbe dalla radice celtico-ligure LUK, ovvero "luogo paludoso".