Report Basilea - Pillar 3

Nell'ambito dell'adozione del "Nuovo Accordo di Basilea sul Capitale, Basilea 2", al fine di rafforzare la disciplina di mercato, la Circolare n. 263 di Banca d'Italia del 27 dicembre 2006 e successivi aggiornamenti ha previsto per gli intermediari l'obbligo di pubblicazione di informazioni riguardanti la propria adeguatezza patrimoniale, l'esposizione ai rischi e le caratteristiche generali dei sistemi preposti all'identificazione, alla misurazione e alla gestione di tali rischi (c.d. Pillar 3 - Terzo Pilastro di Basilea 2).

A partire dal 1° gennaio 2014 è entrata in vigore la nuova disciplina prudenziale per le banche e per le imprese di investimento contenuta nel Regolamento (UE) n. 575/2013 (Capital Requirements Regulation, c.d. CRR) e nella Direttiva 2013/36/UE (Capital Requirements Directive, c.d. CRD IV), che traspongono nell'Unione Europea gli standard definiti dal Comitato di Basilea per la Vigilanza Bancaria (c.d. Basilea 3).

Il 17 dicembre 2013 Banca d'Italia ha pubblicato la Circolare 285 "Disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche", che ha disciplinato l'applicazione in Italia della nuova normativa comunitaria.

La suddetta Circolare non detta – come in passato - specifiche regole per la predisposizione e pubblicazione del Pillar 3, ma si limita a riportare l'elenco delle disposizioni allo scopo previste dalla CRR.

La materia, quindi, è direttamente regolata da:

  • la CRR stessa, Parte 8 "Informativa da parte degli enti" (art. 431 – 455) e Parte 10, Titolo I, Capo 3 "Disposizioni transitorie in materia di informativa sui fondi propri" (art. 492);
  • i Regolamenti della Commissione europea la cui preparazione è demandata all'EBA (European Banking Autority) recanti le norme tecniche di regolamentazione o di attuazione per disciplinare i modelli uniformi per la pubblicazione delle diverse tipologie di informazioni.

Per il Gruppo Banca Carige l'obbligo d'informativa al pubblico viene assolto a livello consolidato dalla capogruppo Banca Carige, che redige il documento in base alle suddette disposizioni, su base consolidata con riferimento ad un'area di consolidamento "prudenziale" che coincide sostanzialmente con la definizione di Vigilanza di gruppo bancario.

Report Basilea - Pillar 3 - 2014

Report Basilea 2 - Pillar 3 - 2013

Report Basilea 2 - Pillar 3 - 2012

Report Basilea 2 - Pillar 3 - 2011

Report Basilea 2 - Pillar 3 - 2010

Report Basilea 2 - Pillar 3 - 2009

Report Basilea 2 - Pillar 3 - 2008

Banca Carige utilizza cookie di profilazione (propri e di altri siti) per offrirti la migliore esperienza di navigazione e proporti contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione sul sito acconsenti all'uso dei cookie. Per dettagli sui cookie o per bloccarne l'installazione clicca qui.