Invito a Palazzo

Invito a Palazzo

Record di visitatori il 4 ottobre 2014 per la tredicesima edizione di "Invito a Palazzo": sono state oltre 900 le persone che hanno affollato il quattordicesimo piano della sede di Banca Carige, facendo registrare il tutto esaurito per le visite guidate gratuite che si sono susseguite fino a sera. Tra il pubblico anche il noto critico d'arte e giornalista Philippe Daverio, ma soprattutto molti appassionati di tutte le età venuti per ammirare il confronto tra i due "Ecce homo" dipinti nel Seicento da Orazio De Ferrari e Valerio Castello, nonché i preziosi quadri, gli antichi arredi e le maioliche che compongono le collezioni di Banca Carige.

Invito a Palazzo è una manifestazione organizzata a livello nazionale dall'Associazione Bancaria Italiana con l'obiettivo di rendere accessibile al pubblico il patrimonio artistico delle banche italiane. Oltre alla sede di Genova, il Gruppo Banca Carige ha aperto anche le porte dell'agenzia 8 di Genova (l'ex Chiesa di Santa Sabina), la sede di Palermo di Banca Carige Italia, la sede di Banca Cesare Ponti a Milano, il Palazzo dell'Opera di Santa Croce sede di Banca del Monte di Lucca.




Sede di Genova
Sede centrale
Via Cassa di Risparmio, 15

Nei locali del palazzo della sede genovese è possibile ammirare, insieme ad un suggestivo panorama del centro storico della città, le raccolte d'arte che Banca Carige ha costituito nel corso degli anni, con acquisti da importanti collezioni private, privilegiando l'arte ligure e genovese in particolare. Quadri, maioliche, incisioni e monete disegnano un percorso entro la storia della città di Genova, dagli albori della sua fortuna come libero comune medievale sino ai fasti eccezionali del "secolo dei genovesi", in piena età barocca.

 


Ag. 8 di Genova
Ex Chiesa di Santa Sabina (VI sec.)
Piazza S. Sabina, 6

L'antica struttura architettonica della vecchia chiesa medievale è ancora presente. La composizione planimetrica è costituita da un corpo pluripiano di servizi che si affaccia su un ampio salone che nella maggiore campata centrale si sagoma ad arco ribassato per offrire intera la visione dell'abside centrale sin dalla sua soglia. Sullo sfondo si stagliano scenograficamente illuminate le due absidi ripulite, bonificate e restaurate, e la preziosissima pala d'altare con la "Santissima Incarnazione" di Bernardo Strozzi.

 


Palermo
Palazzo del Monte di Pietà (XVI sec.)
Piazza Monte di Pietà, 16

Il palazzo - ex sede del Monte dei Pegni - è stato eretto a partire dal 1591, ampliato nella seconda metà del Seicento e, nel 1786, del corpo posto davanti alla facciata. La facciata principale è impreziosita dalle cornici settecentesche; al centro, la statua dell'Ecce Homo fiancheggiato dalle aquile e sormontato dalle campane; al di sotto, il grande orologio il cui meccanismo risale al 1684. All'interno il bassorilievo di S. Rosalia, un dipinto con l'Ecce Homo, l'affresco "La carità di Papa Clemente VII", lapidi marmoree e una serie di soffitti a cassettoni in legno dipinto a vivaci colori.


Sede di Milano
Sede centrale Banca Cesare Ponti
Piazza Duomo, 19

In uno storico palazzo di Piazza Duomo a Milano, si trova la sede centrale della Banca Cesare Ponti, inaugurata nel 1881, è oggi ancora sede della Direzione Generale. Entrando si respira un'atmosfera ottocentesca con gli antichi banconi in legno e i vetri smerigliati agli sportelli decorati da festoni liberty. Al piano superiore, nella sala del Consiglio di Amministrazione, è possibile ammirare la grande tela "Maria Stuarda che sale al patibolo" del celebre pittore Francesco Hayez.


Sede di Lucca
Palazzo dell'Opera di Santa Croce
Piazza San Martino, 4

Il pregevole edificio medievale in cui ha sede la Banca del Monte di Lucca in piazza S. Martino, era in origine la Casa dell'Opera di Santa Croce. Il nome Opera Santa Croce deriva dall'effige del crocifisso conservato nel duomo di S. Martino che, chiamato comunemente Volto Santo, è detto anche Santa Croce, e questo nome ebbe in antico anche la chiesa e l'Opera addetta alla sua costruzione. Nel 1516 il fabbricato divenne sede definitiva del Monte di Pietà.