La storia

Nel maggio 1489 il Consiglio Generale della Repubblica di Lucca, su iniziativa di Fra' Bernardino da Feltre, costituì il Monte di pietà, strumento di lotta contro l'usura e testimonianza delle spiccate attitudini amministrative e commerciali della città.
L'istituzione per molti secoli esercitò la propria funzione sociale con provvedimenti di beneficienza e assistenza, legandosi alla tradizione economica e popolare della città.

Ubicato fin dal 1517 nelle antiche stanze della Casa dell'Opera del Duomo, nel 1970 il Monte è diventato credito ordinario e nel 1977 è stato denominato Banca del Monte di Lucca, diventando a pieno titolo un moderno e dinamico istituto di credito che, nel 1992, ha assunto la forma di S.p.a.

Il ritrovamento del primo statuto del Consiglio Generale (del 25 giugno 1489) permette di conoscere le prime norme di gestione dell'istituto: l'organismo amministrativo era formato da 9 cittadini lucchesi e da 3 religiosi che, a turnazione mensile, ricoprivano la carica di "Preposto", colui che due volte al giorno si recava presso il Monte per essere a disposizione di chi voleva fare pegno. I membri del consiglio dovevano inoltre predisporre il luogo dove custodire i fondi monetari con chiavi separate date in custodia al Magnifico Gonfaloniere di Giustizia. Il Fattore del Monte, una sorta di Amministratore Delegato, doveva assumere a sue spese almeno due persone che tenessero la contabilità e doveva dimorare insieme a loro in una sede che aveva precedentemente reperito.
Infine, secondo i progetti di Fra' Bernardino da Feltre, gli interessi riscossi dovevano venir utilizzati per le spese di gestione dell'ente, fine dunque molto diverso da quello dell'usura legato alle altre forme di prestito.

Banca Carige utilizza cookie di profilazione (propri e di altri siti) per offrirti la migliore esperienza di navigazione e proporti contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze. Continuando la navigazione sul sito acconsenti all'uso dei cookie. Per dettagli sui cookie o per bloccarne l'installazione clicca qui.
chiudi
chiudi
chiudi